LA NUOVA SARDEGNA: "DE SENEEN BOCCIA L'ISTITUTO: INADATTO PER GLI UFFICI"

Dalla Nuova Sardegna del 17 maggio 2013: Perché spendere se qualcosa la si può avere gratis? La domanda, più che lecita, ha trovato una risposta che però non ha convinto chi, quella domanda, aveva posto.
Il presidente della Provincia, Massimiliano De Seneen, ha infatti chiarito il motivo per cui l’ente continua a pagare 376mila euro di affitti quando è proprietaria di uno stabile che potrebbe, almeno in parte, risolvere i problemi.
L’interpellanza, firmata dal gruppo del Pd sulla quale aveva lavorato il consigliere Francesco Federico, poneva l’accento su questa stranezza.
La Provincia infatti spende all’anno 190mila euro per i locali di via Carducci dov’è ospitato l’Ufficio scolastico provinciale; 120mila ne paga per uno stabile in via Liguria dove hanno sede alcuni uffici; altri 65mila, sempre in via Liguria e sempre per uffici, costa l’affitto di un altro edificio.
Tutto questo avviene quando l’ex istituto per Geometri, in via Lepanto, è chiuso da anni.
È uno stabile di quattro piani, che potrebbe essere usato come sede di uffici provinciali per abbattere i costi e risparmiare parecchi soldi.
La questione era stata sollevata alcune settimane fa e nei giorni scorsi è stata affrontata anche dal presidente nell’aula del consiglio provinciale.
Tre sono i motivi fondamentali per cui la vecchia scuola resta chiusa: «Il primo è che non è a norma, il secondo è che non è dotato di climatizzazione e, infine, che è un edificio che non si adatta, se non attraverso determinate trasformazioni, a essere utilizzato come ufficio».
Ma i soldi per le modifiche non ci sono e ne servirebbero tra i 700mila e il milione.
In teoria non dovrebbero esserci difficoltà né dubbi, perché nel giro di pochi anni, non pagando più l’affitto quei denari sarebbero recuperati.
Invece, ha spiegato Massimiliano De Seneen, non è stato possibile accendere un mutuo.
Le critiche alla risposta non sono però mancate e lo stesso Francesco Federico ha replicato, annunciando che l’interpellanza diverrà mozione: «È assurdo che in tre anni non ci sia una risposta sugli immobili di proprietà della Provincia.
I problemi sono superabili con interventi momentanei che già consentono di risparmiare e di aver poi le risorse.
Si nasconde, per esempio, che in via Carducci ci siano stanze libere.
I mezzi del servizio di disinfestazione potrebbero trovare una sistemazione in via Parigi nel cantiere della Provincia e la situazione dello stabile di via Liguria è in netto contrasto con l’acquisto dei Frassinetti che costò [...]

Leggi tutto l'articolo