LA PROTEZIONE DELLE PECORE

  LA PROTEZIONE DELLE PECORE COME AVEVO ANTICIPATO, HOLLANDE HA CHIESTO AL PARLAMENTO  LA RIFORMA DELLA COSTITUZIONE E DI APPROVARE PROVVEDIMENTI RESTRITTIVI DELLE LIBERTA' DEI CITTADINI.
HA SOSTENUTO, NELL'OCCASIONE, CHE E' GIUSTO LIMITARE LE LIBERTA' IN CAMBIO DELLA SICUREZZA, DELLA PROTEZIONE.
E' UN'IDEA ANTICA, QUELLA DI HOLLANDE, CHE DIVIDE IL POPOLO TRA PASTORE, CHE DEVE GUIDARE E DIFENDERE  IL GREGGE DAL LUPO, E LE PECORE, CHE DEVONO PASCOLARE TRANQUILLE, DARE LA LANA QUANDO DEVONO ESSERE TOSATE, GLI AGNELLI PER LE VIVANDE E I SACRIFICI E UN PO' DI LATTE PER FARNE CACIOTTE E ALTRI PRODOTTI CASEARI.
E' VERO CHE SPESSO ALLE PECORE PIACE ESSERE PECORE, ANCHE QUANDO HANnO SEMBIANZE UMANE, MA CI SONO ANCHE, SEPPUR POCHI, CITTADINI CHE PREFERIREBBERO MORIRE PIUTTOSTO CHE VIVERE IN UN RECINTO, PER QUANTO DORATO, CON I GUARDIANI A PROTEGGERLI DAI LUPI.
UNA VITA PASSATA CHIUSI IN UN RECINTO, O IN UN PORCILE, O IN UNA STALLA, NON CONSENTE DI DISTINGUERE GLI UOMINI DALLE ALTRE BESTIE, E RENDE VANA LA VITA STESSA.
MA SI DIRA': C'E' IL RISCHIO DI ATTENTATI TERRORISTICI ! COME DIFENDERSI ? ANZITUTTO GLI ATTENTATI TERRORISTICI CI SONO SEMPRE STATI:CHI NON RICORDA QUELLI PALESTINESI DI SETTEMBRE NERO, QUELLI DELLE BRIGATE ROSSE, QUELLI DEI SERVIZI SEGRETI DI STATO DETTI "DEVIATI", ECC.
MA LA POLITICA NON HA MAI "CAMBIATO VERSO", COME DIREBBE IL PRIMO MINISTRO ITALIANO.
CIOE' NON HA MAI TENTATO DI ELIMINARE LE INGIUSTIZIE SOCIALI, POLITICHE ED ECONOMICHE CHE RENDONO I CITTADINI DIVERSI, DIFFERENTI, DIVISI IN SCHIAVI E PADRONI, RICCHI E POVERI.
E SE, ALLORA, SI PROVASSE AD INVERTIRE LA ROTTA, SE NON ALTRO PER VERIFICARE SE UNA POLITICA DIVERSA FONDATA SULL'EGUAGLIANZA SIA IDONEA A RIDURRE, SE NON ELIMINARE, I FENOMENI DEL TERRORISMO ? IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ITALIANA CHIAMA TUTTI I CITTADINI ALL'UNITA', MA I POVERI SONO D'ACCORDO AD ESSERE UNITI CON I RICCHI ? GLI SCHIAVI CON I PADRONI ? I LEONI DEL CIRCO CON IL DOMATORE ? LE PECORE CON IL PASTORE ?    

Leggi tutto l'articolo