LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E I LICENZIAMENTI

LA FORNERO E LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Anche nella P.A.
si dovrebbe poter licenziare! Frase del ministro del Lavoro Fornero che provoca la reazione del collega della Pubblica Amministrazione Patroni Griffi: "il tema - ribatte - è previsto nel testo per la legge delega" ma "ritengo sia utile approfondire alcuni aspetti tecnici in Cdm.
Fermo restando che «quello dei dipendenti pubblici non è un mercato, perchè ha regole diverse» l'auspicio del ministro del Lavoro è che «qualcosa di simile a ciò che abbiamo fatto per i dipendenti privati, relativamente alla possibilità di licenziare, sia inserito nella delega per i dipendenti pubblici».
I dipendenti pubblici in Italia sono:                               È vero che nell’art.
2 del ddl è contenuta una delega alla funzione pubblica affinché le norme dell’art.
18 siano adattate anche al settore pubblico.
Estendere il nuovo art.
18 al pubblico impiego significa equiparare una volta per tutte il settore pubblico a quello privato, che si scontra apertamente con quanto contenuto nel testo dell’accordo che prevede per i pubblici dipendenti, licenziamenti per motivi disciplinari ritenuti dal giudice “illegittimi”, sempre e solo il reintegro sul posto di lavoro, scartando ogni altra ipotesi d’indennizzo alternativo.
Secondo il ministro Fornero applicando queste regole anche al settore pubblico non vuole solo l’uguaglianza tra i due settori ma cerca di ridurre anche gli sprechi della pubblica amministrazione.
Ecco di seguito il video intervista al Ministro Elsa Fornero   

Leggi tutto l'articolo