LA REGIONE TOSCANA A MATTEOLI, UN TAVOLO TECNICO PER LA TOREMAR

Convocare un tavolo di confronto sulla Toremar, la compagnia di Tirrenia che opera in Toscana.
E' quanto chiede l'assessore alle infrastrutture Riccardo Conti in una lettera al ministro Altero Matteoli.
Nel messaggio Conti esprime anche il proprio appoggio ai 250 dipendenti della compagnia di traghetti Toremar.
''Sento il bisogno di scriverti - afferma Contri - in rapporto alle questioni inerenti alla privatizzazione di Tirrenia.
Con franchezza non vorrei fosse sorto un grosso equivoco circa la posizione che la Regione Toscana ha in merito, e ti chiedo formalmente la convocazione di un tavolo per la Toremar, come avevamo gia' concordato''.
La Regione Toscana, che concorda con il progetto di spacchettamento dal gruppo Tirrenia delle societa' regionali, chiede pero' garanzie sulle risorse necessarie ad attuare un processo di liberalizzazione che non produca strappi in un contesto difficile, come quello del comparto nautica e trasporti toscano, e assicuri l'applicazione delle clausole sociali a garanzia dell'occupazione e migliori l'offerta di trasporto per i cittadini.
La Toscana precisa che l'incremento del fondo per le convenzioni, di 65 milioni di euro, e' ''sicuramente ancora insufficiente'', ma intanto ''puo' garantire per tutte le societa' il livello degli attuali servizi'', che pero' dovrebbero essere ulteriormente potenziati.
''Il risanamento della Toremar e' importante per la Regione - ribadisce l'assessore Conti - e la garanzia degli investimenti necessari da parte dello Stato per consentirle di confrontarsi con il mercato senza sussidi impropri, cosi' come vuole l'Europa, e' fondamentale.
Si tratta, in sintesi, di garantire le condizioni minime necessarie per avviare anche sui servizi marittimi quel processo di liberalizzazione che la Regione Toscana ha gia' realizzato per il trasporto pubblico locale su gomma, grazie al quale si' e' avuto uno sviluppo dei servizi senza nulla togliere ai livelli occupazionali nel settore.
Vista la situazione mi sembra opportuno - conclude l'assessore - ribadire la necessita' di attivare un lavoro comune per la messa a punto del bando di gara atto a conseguire il processo di liberalizzazione ed un impegno formale per convocare un tavolo per la Toremar, visto anche il tuo impegno con la Regione Sicilia ed i Comuni interessati per la Siremar''.

Leggi tutto l'articolo