LA SALVEZZA DAGLI INVESTIMENTI INFRASTRUTTURALI

 
 
Lucrezia Reichlin, sul Corriere della Sera(1), ha scritto un articolo dal titolo "Come attrarre gli investimenti". Lo scritto è indubbiamente colto e serio, ma ha un difetto: propone soluzioni fondate su un periodo ipotetico di terzo tipo. Se tutti gli uomini portassero il cappello, come si usava intorno agli Anni Quaranta, ciò rilancerebbe un'industria e creerebbe posti di lavoro. Ma è inutile sognarlo, perché come allora senza cappello tutti si sarebbero sentiti quasi nudi, oggi chiunque, col famoso Borsalino, si sentirebbe ridicolo. Contro certe tendenze non si può vincere.
A proposito degli investimenti, l'errore della Reichlin è ancor più sorprendente perché lei stessa propone l'obiezione che distrugge la teoria. "Gli studi sugli effetti economici degli investimenti infrastrutturali, scrive, mostrano come il loro effetto sul Pil è maggiore della spesa iniziale e in qualche modo si ripaga da solo"; ma, aggiunge, questa verità media "nasconde una grande eterogeneità tra Paesi". ...

Leggi tutto l'articolo