LA STORIA E’ SEMPRE SCRITTA DAI VINCITORI

La storia è sempre stata scritta dai vincitori che hanno cercato di farsi loro belli, eroci egiusti mentre i vinti sarebbero sempre stati brutti, vigliacchi e criminali.
Per fare ciò sono stati fatti sparire documenti, sono stati cambiati i resoconti dei fatti, i vari personaggi, veri voltagabbana, si sono ricreati una verginità politica.diventando i più intransigenti detrattori di chi avevano poco tempo prima adulato.
Non solo i documenti sono stati contraffatti ma anche le foto si sono volute usare al contrario- Un classico esempio di “come ti erudisco adesso il pupo” usando foto taroccate lo troviamo in un “politicamente corretto” manuale di Storia Contemporanea per le medie superiori, autore il famoso Roberto Villari (Edizioni LaTerza di Bari 1971) Infatti, a pagina 648 di detto volume appare una foto con la didascalia “Dolore e paura all’ingresso delle truppe naziste in Cecoslovacchia Si vede una donna con il braccio destro alzato e che piange, sullo sfondo però vi sono dei negozi con scritte in tedesco e spunta un altro braccio levato Invece sulla Storia Universale di Corrado Barbagallo Evo Contemporaneo pagina 309 appare la stessa fotografia allargata dove si vedono.un gruppo di donne che esultanti o commosse salutano con il saluto nazista e la didascalia è “Commozione di popolo al passaggio di Hitler a Markhausen presso Eger (5 ottobre 1938).
E’ appunto la documentazione della gioia immensa dei tedeschi dei Sudeti che venivano finalmente liberati dalla oppressione dei Cechi e si riunivano alla madrepatria- Sono riportati innumerevoli casi di foto taroccate ma crediamo che questa sia emblematica di come dal 1945 in poi si è voluto insegnare la Storia.
Comunque i Sovietici hanno fatto di peggio: nelle Fosse di Katyn hanno fucilato almeno 10.000 ufficiali polacchi prigionieri di guerra e poi, a guerra finita, gli stessi Sovietici a Leningrado hanno impiccato parecchi ufficiali tedeschi per tale crimine: Gli Alleati per non inimicarsi l’Unione Sovietica fecero finta di credere alla colpa tedesca e soltato in seguito, con la Guerra Fredda, rivelarono la verità confermata poi da Eltsin.

Leggi tutto l'articolo