LA VERA AMICIZIA

Quando ho bisogno di meditare su contenuti di qualità, mi leggo qualche frase di Seneca.
Trovo le "Lettere a Lucilio" di una bellezza unica. Chiunque le avrà lette non potrà che darmi ragione, ma per chi non ne conosce il valore, bisogna che le conosca assolutamente.
Il grande filosofo romano le scrive negli ultimi anni di vita. Una vita molto travagliata e agitata, essendo, Seneca, il precettore del giovane Nerone che crescendo si rivela un personaggio dagli alterni umori. Vive in una corte, nella quale le morti o gli incidenti occorsi ai vari membri della famiglia imperiale, perlopiù finiscono tragicamente, Seneca deve per anni barcamenarsi. Non ci riusce fino in fondo e cade vittima di quegli intrighi, per cui è accusato di congiura e costretto a darsi la morte.
Le sue lettere all'amico Lucilio sono scritte negli ultimi anni della sua vita e vengono definite la sua opera più geniale. Nel suo pensiero vi sono temi di un'attualità sbalorditiva, in esse Seneca si rivela fiducioso nell...

Leggi tutto l'articolo