LA VITE E I TRALCI

LA VITE E I TRALCI
 
(Gv 15, 1-8)
 
 
 
 
 
Premessa
 
 
Il Vangelo di Giovanni può idealmente essere diviso in due grandi parti: il libro dei Segni (2,1-12,50), in cui Gesù si rivolge ad un vasto pubblico e il Libro della Gloria (13,1-20,31), in cui Gesù si rivolge al ristretto gruppo dei discepoli. Essi sono preceduti da una doppia introduzione (1,1-18 e 1,19-51) e terminati da una conclusione (20,30-31).
 
L'introduzione è doppia: la prima parte (1,1-18), presentata in forma poetica, introduce i temi fondamentali dell'intero vangelo; la seconda parte (1,19-50), in forma narrativa, presenta la figura di Giovanni Battista e la sua missione, la figura di Gesù e la sua missione, l'incontro dei primi discepoli, che costituiscono la prima comunità messianica raccolta attorno a Cristo, cioè una comunità conformata al volere di Dio e al suo progetto di salvezza.
 
Il Libro dei Segni  (2,1-12,50) è così definito perché raccoglie in sé sette miracoli, chiamati segni in quanto che, attraverso ...

Leggi tutto l'articolo