LADRO DI …QUADRO !

LADRO DI …QUADRO  !
E ci fa anche rima, effettivamente è curiosa la cosa, ma voglio raccontarvela lo stesso, pregandovi di non irritarvi né di imprecare contro …”il ladro” e di pensare a vendette o altro…stiamo tutti sereni e leggete per sorridere un po’…sì, prendiamola col sorriso…che è meglio.
Tutto ha inizio nel lontano 1944, un ladro di nome Adolfo e i suoi commilitoni, non notte tempo ma di giorno e quando splendeva il sole, entra nella casa di una brava signora, in un momento poco felice per lei e suoi familiari, e la deruba senza dignità e rispetto e lo fa senza neanche preoccuparsi di farsi vedere in faccia, tanto sa già che la passerà liscia, lei, la signora Italia di nome e Povera di cognome, per gli amici semplicemente “Povera Italia”, assiste mestamente e passivamente al furto del prezioso quadro nella sua casa e non può farci niente, né può dir nulla al tedesco ladro perché lei verrebbe picchiata o addirittura rischierebbe di perdere anche la vita.
Il ladro, rubato il quad...

Leggi tutto l'articolo