LAMPANTE ZINGARETTI VUOLE LE ELEZIONI ANTICIPATE,PROMESSE AL SALVINI.

Pd, le reazioni dei renziani alle tre condizioni di Zingaretti per l'accordo con il M5s.Ascani: "I punti sono quelli posti in direzione". Orlando: "Il passo indietro sui decreti sicurezza è imprescindibile". Malumore in casa Cinquestelle.
Le tre condizioni poste da Zingaretti per l'accordo con il M5s - via i decreti sicurezza, preaccordo sulla manovra e stop al taglio dei parlamentari -  hanno provocato "sconcerto" fra i renziani. E reazioni irritate soprattutto in quell'area dei Cinquestelle che vuole far saltare l'accordo con il Pd.
"Ci aspettiamo che vengano smentite" dice un big renziano ricordando che è stata data "piena fiducia e pieno sostegno al segretario" e che "in Direzione non abbiamo né discusso né votato quei 3 punti". A quanto viene riferito, durante il colloquio al Colle, il più stringente sulla "non negoziabilità" dei 3 punti sarebbe stato in particolare l'ex-premier, Paolo Gentiloni.
Ma se un cosa del genere l'avesse fatta Renzi al posto di Zingaretti, non gli avr...

Leggi tutto l'articolo