LAVORI PUBBLICI – PROBLEMI STRUTTURALI ALL'EDIFICIO CHE OSPITA L'ISTITUTO NAUTICO DI TERMOLI: L'IMPEGNO DEL COMUNE

Dopo le segnalazioni provenienti dalla Provincia di Campobasso circa alcuni problemi strutturali riscontrati nell'edificio che ospita l'Istituto Tecnico Nautico “Ugo Tiberio” di Viale Trieste, l'Assessorato ai Lavori Pubblici del Comune di Termoli si è attivato immediatamente per trovare una soluzione per il trasferimento delle classi del Nautico, nell'eventualità che la scuola venga dichiarata “inagibile” dai tecnici della Provincia.
Sono così iniziati una serie di incontri e sopralluoghi tecnici tra Provincia, Comune e Dirigenti Scolastici, ai quali ha partecipato anche il Sindaco Vincenzo Greco, al fine di verificare in modo approfondito le criticità dell'edificio e trovare, di comune accordo, una soluzione ottimale in grado di scongiurare l'interruzione delle attività didattiche.
L'impegno del Comune di Termoli, in tal senso, è stato subito quello di verificare la possibilità di reperire locali alternativi in città per ospitare gli alunni dell'Istituto Nautico.
Già da sabato scorso, quindi, l'Assessore ai Lavori Pubblici Mario Di Blasio, coadiuvato in alcuni casi dal Consigliere Comunale Franco Scurti, ha accertato la disponibilità di alcuni locali cittadini.
Per questi motivi, inoltre, l'Assessore Comunale ai Lavori Pubblici ha convocato per oggi alle 11 un incontro con l'Assessore Provinciale all'Edilizia Scolastica Mario Fratipietro e i Dirigenti Scolastici.
“Restiamo in attesa della relazione tecnica da parte della Provincia di Campobasso sui sopralluoghi effettuati – ha detto l'assessore comunale ai Lavori Pubblici Mario Di Blasio.
Se questa dovesse stabilire, come si prevede, l'inagibilità dell'edificio che ospita l'Istituto Nautico, il Sindaco di Termoli emanerà immediatamente una Ordinanza per lo sgombero della scuola.
Comunque, visto il grande impegno profuso fin da subito da Comune, Provincia e Dirigenti Scolastici e grazie al grande senso di responsabilità e all'interesse dimostrato dagli alunni nei confronti della propria scuola, sono sicuro che riusciremo ad affrontare questa nuova emergenza nel migliore dei modi”.
 

Leggi tutto l'articolo