LE CONSEGUENZE DELL’AMORE

Era almeno un mese che volevo andare a vedere questo film (il titolo mi ispirava molto), selezionato dalla commissione ufficiale del festival di Cannes 2004, e alla fine ci sono riuscita.Non ho mai amato il cinema italiano ed è per questo che quando trovo un film italiano che vale la pena di vedere, mi entusiasmo.Questa la trama: Titta di Girolamo, è un uomo grigio che vive da otto anni chiuso in un albergo, apparentemente senza fare nulla.
Una volta a settimana gli arriva una valigia e lui la porta in banca.
Questa l'unica azione che rompe la monotonia di una vita assolutamente ripetitiva, le mattinate passate al bar a fumare e fumare, ad osservare senza farsi notare la giovane cameriera del bar e le serate a giocare a carte con una coppia di anziani ex proprietari dell'albergo.Il film potrebbe sembrare noiosissimo, senza azione alcuna, ma il regista aggiunge a poco a poco piccoli particolari che non ci fanno mai distrarre e ci permettono di ricomporre il puzzle della vita di Titta, che non è assolutamente monotona.Il film, al contrario di quello che pensavo, non è basato su un amore andato male, è un noir, che cresce lentamente.Ogni uomo ha il suo segreto inconfessabile, dice Titta al direttore dell'albergo, lui ne ha più di uno e ci saranno svelati a poco a poco.Fino a tre quarti della pellicola, infatti, lo spettatore è ignaro, gli sono negati i fatti e quindi la comprensione della vita del personaggio, interpretato da uno splendido Toni Servillo che dà a quest'uomo raffinato e anonimo, anche un tocco di umorismo britannico.Un giallo quindi? Non solo, anche una commedia sull'amore e l'amicizia.
I punti di forza del film sono la sceneggiatura e l'interpretazione di Servillo, ma anche il silenzio, il non detto che è il vero protagonista del film, messo a contrasto con una colonna sonora violenta e graffiante.Il film potrebbe essere accusato di essere cerebrale, una prova di stile, ma se lo è, è senz'altro un'ottima prova di stile.Sarete curiosi...
quali sono le conseguenze dell'amore? Il protagonista durante il film, se lo appunta su un blocco: non dimenticare le conseguenze dell'amore...
(devo ricordami di appuntarlo anch'io da qualche parte), per lui saranno particolarmente dure, vedere per credere.

Leggi tutto l'articolo