LE FINZIONI DI HARARI

Ho avuto notizia dell’esistenza di un professore di storia israeliano, Yuval Noah Harari, le cui teorie sono interessanti.
Nel libro “Breve Storia dell’Umanità” (secondo en.wikipedia.org) egli sostiene che l’umanità è caratterizzata dalla capacità di credere in cose che esistono puramente nella sua immaginazione, come divinità, nazioni, denaro e diritti umani.
Sono finzioni le religioni, le strutture politiche, le reti commerciali e le istituzioni legali.
Per qualcuno che ama essere realista fino all’empietà, queste affermazioni suonano come musica.
E d’istinto si sarebbe tentati di dargli ragione.
Infatti sia le religioni, sia le varie strutture sociali non esistono in sé, ma soltanto nella mente della gente.
E tuttavia bisogna intendersi sul significato di “finzione”.
Innanzi tutto, la parola potrebbe essere intesa nel significato di concetto – come quello di “salute” - non corrispondente ad una realtà oggettiva, magari fotografabile, come una tartaruga o un contrabbasso.
E fin qui ...

Leggi tutto l'articolo