LE GUARDIE SVIZZERE di Teresa Ramaioli

LE GUARDIE SVIZZERE  di Teresa Ramaioli iltuonoilgrillo il 29/11/14 alle 15:41 via WEB GUARDIE SVIZZERE---Si fa risalire la divisa dell'esercito papale a un disegno di Michelangelo Buonarroti.
Fino ad oggi, però, non è stato trovato alcun documento storico che lo confermi.Un vero influsso sullo sviluppo dell'abito dei militi elvetici l'ha invece avuto un altro grande artista italiano del Cinquecento, Raffaello.
Ai suoi affreschi si è ispirato il comandante delle guardie Jules Repond che, aveva uno spiccato gusto per le forme e per i colori, ha ridisegnato l'uniforme nel 1914, riconducendola al suo aspetto originario.
Da allora, l'abito non ha più subito modifiche.
Oltre alla divisa azzurra di piccola tenuta da indossare nei giorni feriali e durante le esercitazioni, i militi ne ricevono un'altra a righe, con maniche e pantaloni a sbuffo, per tutti i giorni.
I suoi colori giallo, rosso e blu sono quelli tradizionali della famiglia dei Medici, di cui Papa Giulio II, fondatore della guardia, era membro.Ciao Teresa      

Leggi tutto l'articolo