LE TAVOLE SMERALDINE DI THOTH – TAVOLA VI: LA CHIAVE DELLA MAGIA - INTERPRETAZIONE DI DOREAL

LE TAVOLE SMERALDINE DI THOTH – TAVOLA VI: LA CHIAVE DELLA MAGIA - INTERPRETAZIONE DI DOREAL In questa tavola Thoth parla della magia, adottando il termine che denota l’uso di potere sviluppato nella lotta tra le forze dell’Ordine e del disordine.
Questa lotta è seguita alla caduta dell’uomo nel primo ciclo, e continuerà finché la Coscienza Cosmica sarà pronta a passare attraverso Suntal.
Ci sono adepti che usano i grandi poteri del cosmo per distruggere invece che per promuovere, perché la Legge opera sia per il bene che per il male, positivo o negativo.
Questi adepti che usarono la forza cosmica per distruggere, erano i Fratelli Oscuri, maghi neri che lottarono contro i Figli della Luce.
Tentarono di tenere e respingere quelli che i Figli della Luce tentavano di portare verso la Luce.
La Fratellanza Nera è l’antitesi della Fratellanza Bianca: una distrugge, l’altra costruisce.
La Fratellanza Nera adesso ha un’organizzazione nota come Dugpas Nera, perché gli adepti hanno i “chelas” come gli Adepti Bianchi.
La loro organizzazione è impostata come quella della Loggia Bianca e spesso ingannano gli uomini facendogli credere di essere della Loggia Bianca.
Aiutano le persone ad ottenere certe cose e poteri finché le hanno prese in trappola, poi quando non c’è via di scampo, le imprigionano.
Per ottenere i loro scopi hanno specifici poteri potenziati, come aprire la settima dimensione e chiamare gli elementali.
Hanno il potere di controllare la mente attraverso il trasferimento del pensiero e l’ipnosi.
Così ne ottengono il controllo e la inducono al disordine.
Se qualcuno si arrende alla Fratellanza Nera e firma con il suo nome nel loro libro, è vincolato a loro per tutta la durata dell’incarnazione.
L’anima dell’uomo non deve essere legata se desidera progredire nella Luce.
Arrendersi alle forze nere implica la sospensione della Luce.
L’uomo è ostacolato soltanto dalle catene dell’oscurità e del disordine.
Quindi deve diventare Luce ed ordine.
La Fratellanza Nera tenta sempre di demolire la persona che ha raggiunto uno sviluppo durante il cammino di Luce, perché ha già consolidato i poteri.
È per questa ragione che una persona molto evoluta deve resistere più di una persona poco o per niente evoluta.
Più si impara sulla Luce, paradossalmente, e si sa delle manipolazioni del disordine e più si è stimati dalla Fratellanza Nera.
È necessario migliorare ragione ed equilibrio affinché possiamo distinguere l’Oscurità dalla Luce, l’Ordine dal disordine, nelle parole di chi [...]

Leggi tutto l'articolo