LIBIA, IL DIALOGO L’UNICO STRUMENTO. FERMATE LA GUERRA.

 

Oltre 170 morti e 700 feriti a Tripoli. Sono le tristi notizie che ci arrivano dalla Libia. Ci sono migliaia di bambini sfollati e il movente di questo orrore non ha ragion d’essere. In queste ore delicate mi unisco al dramma di questo popolo attaccato dalla furia del generale Haftar col pretesto di scalzare dal potere una dittatura. Ma l’unico risultato è sangue, distruzione, e un ipotetico ulteriore arrivo di emigrati disperati in Italia che scappano dalla guerra, e che l’Europa ancora non è in grado – o non vuole – accogliere. Si parla inoltre di alcuni nuclei dell’Isis pronti a infiltrarsi nel nostro territorio il che aumenta il livello di allarme e di disordine. Non resta che chiedere immediatamente l’interruzione di questo conflitto. Il dialogo è l’unico strumento. Stop alla guerra in Libia!
Ne frattempo la situazione in Libia si sta capovolgendo. Le truppe di Haftar cominciano ad arretrare, mentre quelle di Sarraj a riprendere terreno
Si capovolge la situazione in Libia: le...

Leggi tutto l'articolo