LO SBERLEFFO DEL MORITURO

Non è necessario insistere, per convincervi: morire non piace a nessuno. Ma ciò non impedisce che si muoia. Anzi, tutti quelli che non sono ancora morti moriranno anche loro, una volta o l’altra. Basta vedere una fotografia o un documentario cinematografico di un secolo fa, per essere certi che quei vivi che affollano le foto sono tutti morti. Tutti.
Naturalmente, se tutti siamo destinati a morire, le probabilità del fenomeno aumentano con l’aumentare dell’età. Uno vede la foto dell’ultima Miss Italia e pensa a quanto è bella, a quanti uomini potrebbero desiderarla, a quanto potrebbe essere felice o infelice a causa della sua bellezza, a tutto, salvo che al fatto che morirà anche lei, una volta o l’altra. Viceversa quando vede apparire in televisione un Piero Angela novantenne, pur reputandolo tanto simpatico e così bravo al pianoforte, non può non chiedersi con anticipato rimpianto se è l’ultima volta che lo vediamo.
Chi ha superato gli ottanta e non pensa alla morte dovrebbe farsi vi...

Leggi tutto l'articolo