LO SCRITTORE È PRESENTE 149 – 29 maggio 2019

SPAZINI L'unità biocybernetica UC-7839, alimentata ad energia solare, operava nel quadrante AZ-108 da almeno due anni, tra Venere e la Terra.
Ripuliva lo spazio da qualunque residuo,  incenerendo le parti organiche e frantumando con raggi di protoni i materiali più resistenti.
La società "Spatial Universal Cleaning" aveva rifornito l'intero sistema solare di 79.800 unità, ognuna con il suo quadrante di universo assegnato, per assicurare uno spazio pulito.
Quando l'astronauta Richard Conway si proiettò nello spazio dalla sua astronave in fiamme non pensava avrebbe incontrato lo spazino.
Questo lo raccolse nel suo vagare nello spazio,...
poi lo incenerì come materiale inquinante!

Leggi tutto l'articolo