LO SCRITTORE È PRESENTE 184 – 3 luglio 2019

RIFIUTI   Da piccolo accompagnava sua madre nel giro.
Poi cominciò ad andare da solo.
Prendeva il carrello, la stampella predisposta a pescare sul fondo e visitava i cassonetti in cerca di qualcosa da riportare al campo.
Gli aveva sempre dato fastidio doverlo fare.
Non visto dagli altri, indossava dei guanti di lattice e una mascherina che aveva rubato al supermercato e con fare chirurgico scansava le cose più sporche e puzzolenti.
Non prendeva cibo, ma solo utensili.
Poi li portava alla fontana, dove li lavava accuratamente, riportando al cassonetto quelli troppo brutti.
Sua madre prima o poi lo avrebbe picchiato…

Leggi tutto l'articolo