LO SCRITTORE È PRESENTE 191 – 10 luglio 2019

 BOLLE Il piccolo Lorenzo aveva sempre amato le bolle di sapone.
Ogni volta che sua madre le comprava, diventava matto.
Non tanto per farle, quanto per schiacciare tra le mani quelle che soffiava lei.Un giorno la mamma aveva cominciato a farle volare al limite del bosco.
Lorenzo saltava e correva.
A un certo punto, inseguendo la bolla più grande, corse veloce verso il burrone.
A nulla valse chiamarlo gridando, Lorenzo non si fermava.
Quando arrivò sul ciglio del baratro, la madre urlò di terrore, Lorenzo saltò verso la bolla e verso il vuoto, ma… entrò nella bolla, e volò! 

Leggi tutto l'articolo