La Brexit: il miglior spot per l’UE in vista delle elezioni europee

Da tre anni i media sono pieni di articoli sulla Brexit, sull’evoluzione dei negoziati, sulle indecisioni britanniche, sui ripetuti momenti, negoziati e voti decisivi, immancabilmente risolti in continui rinvii. Manca però un dibattito che allarghi lo sguardo a cogliere il significato più ampio della Brexit a quasi 3 anni dal referendum che ha portato alla decisione britannica di uscire dall’UE. Allora molti temevano – e Trump auspicava - che fosse l’inizio della crisi dell’UE, l’avvio di un processo di disgregazione, la prima di una serie di uscite dall’UE. Al contrario, la Brexit si è rivelata il miglior spot pubblicitario per l’Unione Europea. Tanto che nel Paese più euroscettico d’Europa – l'unico infatti a decidere di uscire – si è svolta la più grande manifestazione europeista della storia, con oltre un milione di persone in piazza a Londra che chiedevano di rimanere nell’UE e 6 milioni che in meno di una settimana hanno firmato una petizione con la medesima richiesta.
L’UE è ...

Leggi tutto l'articolo