La Chiesa, famiglia di Dio, è garante e promotrice della famiglia naturale

Predicatore del Papa: La Chiesa, famiglia di Dio, è garante e promotrice della famiglia naturale Commento di padre Cantalamessa alla liturgia di domenica prossima ROMA, giovedì, 28 giugno 2007 (ZENIT.org).- Pubblichiamo il commento di padre Raniero Cantalamessa, OFM Cap.
– predicatore della Casa Pontificia –, alla liturgia di domenica prossima.
* * * XIII Domenica del Tempo Ordinario (C) I Re 19, 16b.19-21; Galati 4, 31 - 5,1,13-18; Luca 9, 51-62 «LASCIA CHE I MORTI SEPPELLISCANO I LORO MORTI» Nell'aprile scorso è uscito il libro di Benedetto XVI "Gesú di Nazaret".
Ho pensato di commentare alcuni dei prossimi vangeli domenicali tenendo conto delle riflessioni del papa.
Anzitutto, qualche cenno sul contenuto e sullo scopo del libro.
Esso si occupa di Gesú nel periodo che va dal battesimo nel fiume Giordano fino al momento della trasfigurazione, cioè dall'inizio del suo ministero pubblico fino verso il suo epilogo.
Un successivo volume, se Dio, confida il papa, gli darà forze e tempo sufficienti per scriverlo, si occuperà dei racconti della morte e risurrezione, come pure dei racconti dell'infanzia, rimasti fuori da questo primo volume.
Il libro presuppone l'esegesi storico-critica e si serve dei suoi risultati, ma vuole andare oltre questo metodo, mirando a un'interpretazione propriamente teologica, cioè globale, non settoriale, che prende sul serio la testimonianza dei vangeli e delle Scritture, come libri ispirati da Dio.
Lo scopo del libro è mostrare che la figura di Gesú che si raggiunge per tale via "è molto più logica e , dal punto di vista storico, anche più comprensibile delle ricostruzioni con le quali ci siamo dovuti confrontare negli ultimi decenni.
Io ritengo – aggiunge il papa – che proprio questo Gesú - quello dei Vangeli – sia una figura storicamente sensata e convincente".
È molto significativo che la scelta del papa di attenersi al Gesú dei Vangeli trovi una conferma negli orientamenti più recenti e autorevoli della stessa critica storica, come nell'opera monumentale dello scozzese James Dunn (Christianity in the Making, trad.
ital.
Gli albori del cristianesimo), secondo cui "i vangeli sinottici attestano un modello e una tecnica di trasmissione orale che hanno garantito una stabilità e una continuità nella tradizione di Gesú maggiori di quelle che si sono sin qui generalmente immaginate".
Ma veniamo al brano evangelico della XIII Domenica del Tempo Ordinario.
Esso riferisce tr e incontri di Cristo nel corso dello stesso viaggio.
Concentriamoci su uno di questi incontri.
"A [...]

Leggi tutto l'articolo