La Corte dei Conti: "Infrastrutture inadeguate pesano su Italia"

Roma, 15 feb.
(askanews) - L'Italia "non dispone di un patrimonio infrastrutturale adeguato" e ciò "incide negativamente sulla qualità delle vita dei cittadini: la mancanza di congrui investimenti rischia di accrescere il gap economico e produttivo con gli altri Paesi, non solo facendo perdere competitività all'Italia, ma determinando anche un peggioramento delle condizioni sociali delle comunità".
Lo ha detto il procuratore generale della Corte dei Conti, Alberto Avoli, alla Cerimonia di inaugurazione dell'anno giudiziario 2019.
Parlando davanti al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e al premier Giuseppe Conte ha osservato che il 2019 e gli anni successivi si presentano non facili per il governo dei conti pubblici anche per effetto di uno scenario economico-finanziario che, a livello internazionale, sembra destinato a un ripiegamento non previsto solo pochi mesi fa.
Infine Avoli ha manifestato forti preoccupazioni su quota 100, perchè ci sono copiosi vuoti di organico, ma ha sottolineato che è comunque un'occasione da non perdere per un ricambio generazionale.

Leggi tutto l'articolo