La Fleur – Sagredo, Piacere Indiretto

 Il piacere indiretto, diversamente da quello diretto, si lega non alla diretta percezione di qualcosa, ma all'osservazione delle reazioni degli altri spettatori, posti dietro una maschera bianca come la mia: il piacere indiretto è totalmente voyeristico.Ho esercitato tutto il voyerismo concessomi, godendomi: gli spettatori e le loro reazioni, che a tratti bucano la maschera, oltre che gli attori come usueto; le conversazioni private, i frastornamenti, i dubbi, le irritazioni; le scene che non mi includono, non mi coinvolgono; le occasioni intime esibite. Ma, andando al punto, di che piaceri diretti ha goduto Sagredo nello svolgimento dello spettacolo? La rilevazione di falsi spettatori.
Fin dall'inizio dello spettacolo, colgo degli spettatori mascherati come me, ricordo una coppia di donne sedute al tavolo a fianco del mio nella discoteca, assumere un atteggiamento diverso, meno incuriosito rispetto a quello che gli accade intorno, meno incerto, più preciso e mirato negli spostament...

Leggi tutto l'articolo