La Juve batte il Monaco: 1-0 allo Stadium. Vidal su rigore decide la gara di andata

Il Monaco sfiora il colpaccio, ma alla fine sorride la Juve, benché l’1-0 griffato da Vidal non basti per prenotare quella semifinale di Champions che le manca dal lontano 2003.
«Chi pensava di vincere 3-0 si sbagliava...
Non aver preso gol in casa ci dà un piccolo vantaggio, ma a Montecarlo non sarà comunque facile», avverte Max Allegri.
I bianconeri hanno ottimizzato al massimo le circostanze, oltre ad avere il solito provvidenziale Buffon: «Perché mai dovrei smettere prima dei 40 anni? Sarebbe uno spreco», dirà SuperGigi, prima di dedicare la vittoria a Piermario Morosini e Fabrizio Quattrocchi.
Da rivedere invece Pirlo che, tornato in campo dopo 49 giorni, gioca per i moviolisti, al rallentatore, come l’irriconoscibile Lichtsteiner, asfaltato a turno da Martial e Ferreira-Carrasco.
«Andrea non ha 90 minuti nelle gambe - aveva anticipato Marotta -, ma fa cantare la palla anche da fermo».
Il regista gli dà ragione azzeccando un lancio millimetrico per Morata, ma poi ne sbaglia altri tre.
«Mercoledì prossimo Pirlo avrà un’altra condizione», assicura Allegri.
Ma l’errore più grande è collettivo: offrire il fianco alle pericolose ripartenze del Monaco.
La Juve segue alla lettera i consigli ...

Leggi tutto l'articolo