La Politica e le palle dei cittadini... (Piene!!)

Mi sveglio, esco dalla camera per farmi un caffè, e mentre passo davanti alla scrivania dove poggiamo la posta appena arrivata, leggo su una busta: "Alleanza Nazionale".
Nella mia testa si forma subito una nuvoletta, e dentro ci leggo...
"No che Palle, pure di prima mattina...
!" Sono io che penso, ma appena sveglio non connetto bene, e tutto ciò che mi viene in mente mi si para davanti come fosse un fumetto, ma queste sono sensazioni mie.
Quello che è importante invece, è il senso della scritta all'interno della mia nuvoletta, e cioè "Che Palle", si , che palle perchè si sente e si legge di politica sempre e ovunque, perchè accendi la TV e trovi telegiornali traboccanti servizi di questo argomento, perchè compri un quotidiano e prima che arrivi a qualche articolo che ti interessa, o che non parli della materia in questione devi girare pagine e pagine, perchè scrivono centinaia di libri che riguardano "la destra" e "la sinistra" italiana, e ancora, perchè sintonizzo il mio televisore su "Canale5" o "Raiuno"  in seconda serata, su programmi d'attualità come "Matrix" o "Porta a Porta" e 8 volte su 10 trovo i vari Fini, Mastella, Casini, Fassino, Di Pietro, Mussolini(Hihihi!), e compagnia bella.
A questo punto uno può anche dire...
e allora? Che c'è di male in questo? Tutto!! O meglio, non ci sarebbe nulla di male se questo stato , questa nostra bella Italia, vivesse di una politica, non dico sana, perchè penso che non ne esistano, ma quanto meno decente e non così bugiarda.
Una politica che l'unica cosa che fin'ora è riuscita a fare, è stata quella di promettere, promettere, promettere.
E mentre noi cittadini, contribuenti, e sostenitori di queste loro idee e miraggi di realizazzione di un'Italia migliore, stavamo fiduciosi ad aspettare che gli eventi si svolgessero, come bambini che aspettano una caramella, loro, TUTTI, si ingozzavano e riempivano le tasche con i nostri stipendi.
Perchè proprio gli stipendi si sono e si continuano a prendere, con i stratosferici(se paragonati a quelli di un lavoratore comune) salari che percepiscono, con le mille agevolazioni di cui usufruiscono durante il mandato, e con quelle di cui usufruiscono, incredibilmente ed inspiegabilmente, per tutta la loro vita, come viaggi con le ferrovie dello stato, autostrade e voli gratuiti, e quant'altro.
Ho sentito alcuni, a mio dire ancora illusi da questa politica, giustificare ad esempio gli stipendi di questi nostri servitori dello stato, sulla base del fatto che comunque, se ad esempio ci sono leggi che si varano, si abrogano, si [...]

Leggi tutto l'articolo