La Siria che non vedete in tv: dall’incontro con Assad a Damasco ai bombardamenti di Ghouta Est da spondasud

1 marzo 2018.
-- MEDIO ORIENTE di Alessandro AramuI cosiddetti “ribelli” di Ghouta Est per tutta la giornata di ieri, come accade quotidianamente da anni, hanno lanciato missili su un ospedale civile, un carcere femminile e altre strutture di Damasco, provocando morti e feriti.
Nella capitale vivono, come è noto, oltre 8 milioni di persone.
Di tutto ciò non vi è traccia nelle corrispondenze dei giornalisti italiani.
Nessuno racconta all’opinione pubblica che i ribelli (che in realtà sono sigle jihadiste che il buon senso, oltre che la correttezza giornalistica, imporrebbe di chiamare sic et simpliceter “terroristi”)  impediscono ai civili di abbandonare Ghouta Est attraverso i corridoi umanitari creati da Russia e Siria.
Le Nazioni Unite sono le prime responsabili di questo crimine.Sia chiaro: l’aviazione militare siriana sta bombardando pesantemente l’area di Ghouta Est, lo fa con la forza e la convinzione di proteggere la capitale e una popolazione esausta  (ripeto, parliamo di oltre...

Leggi tutto l'articolo