La Verità di Noa

  Noa è il nome d’arte di Achinoam Nini, nata a Tel Aviv nel 1969, cantante israeliana di fama mondiale.
Noa,però, prima ancora di essere una bravissima cantante è una pacifista convinta.
L’artista israeliana ha dichiarato in un’intervista di aver incontrato Abu Mazen a Ramallah e dal colloquio avuto si era convinta di questo: «Credo che il leader palestinese voglia veramente la pace con Israele, ma purtroppo non posso dire lo stesso del mio premier».E con riguardo all'attuale governo guidato da Netanyahu dice che «ha fatto ogni cosa in suo potere  per reprimere ogni intervento di riconciliazione.
Ha indebolito ed insultato Abu Mazen, leader della più moderata OLP, che ha più volte ribadito di essere interessato alla pace.  Quando Abu Mazen ha fatto quelle dichiarazioni sull'olocausto, chiamandolo la più immane tragedia nella storia umana, lo hanno deriso e liquidato senza dargli peso.
Non hanno rispettato gli accordi che essi stessi hanno firmato».
Noa,  in una lunga “lettera aperta al vento” pubblicata sul proprio blog spiega che «ci sono soltanto due parti in questo conflitto, ma non sono Israeliani e Palestinesi, Ebrei ed Arabi.
Sono i moderati e gli estremisti.
Io appartengo ai moderati, ovunque essi siano.
Loro sono la mia fazione.
E questa fazione ha bisogno di unirsi!».
Conclude poi scrivendo  che «se ci rifiutiamo di riconoscere i diritti di entrambe le parti e di farci carico dei nostri obblighi, se ciascuno di noi rimane aggrappato alla propria versione, con disprezzo e sprezzo di quella dell'altro, se continuiamo a preferire le spade alle parole, se santifichiamo la terra e non le vite dei nostri figli, saremo presto tutti costretti a cercare una colonia sulla Luna, perché la nostra terra sarà così zuppa di sangue e così intasata di lapidi che non vi resterà più niente per vivere.  Dal Web

Leggi tutto l'articolo