La Zarina rossa dell'ago della bilancia italiana.

(sul manifesto:prima di tutto il lavoro,ma con 2 governi di sinistra Prodi & D'Alema con  Bersani nelle pieghe del governo "NON C'E' STATO NESSUN LAVORO PER I GIOVANI E NON ERAVAMO IN RECESSIONE".Come mai ??? !!!)Ora tra  i contendenti la Zarina del Cgil "gode" .Ora va di moda  dargliele a Monti (ma per finta e non per davvero come al Cavaliere) I due, Profesore e Cavaliere si picchiano verbalmente  di santa ragione ,dopo la lunga stagione dell'idilio ( 12 mesi) E Bersani (sbranatore inciucione delle sinistre) si agita  o finge  di agitarsi  nei meandri  della sua "Italia giusta" ,con capitale  a Rocca Salimbeni ,Siena .Vabbè .Ma la  Camusso? La leader "Zarina"  della Cgil  rischia di essere  il vincitore delle elezioni.
Ho ,proprio paura che il burattinaio del pinocchietto  Bersani sia proprio lei.Vendola ,lo si è visto ,non serve a niente  e conterà poco o nulla ;disturba,fa casino ,in fin dei conti "vuole un marito e un figlio" ,tutto quì e sarà contento come Elkton  John  in Inghilterra,ma a sinistra  c'è  sempre   uno più puro  che ti epura,cioè "un partitino  abborracciato  che ti toglie  i voti  con la bandiera  di inchieste,celando quelle amiche e le proprie".
Questa è la sporca politica italiana :non si punta per vincere,si punta per sputtanare e far perdere l'avversario,fiaccandolo  come fanno  i banderiglias e piccatores   col toro ,prima di far entrare dentro  l'arena il matador della situazione. Ma questo :"putroppo, moltissimi gonzi italiani  non lo notano e non capiscono.Ecco perchè vincono  quelli che non lo meritano come Monti & Bersani .Vendendosi il Paese  ai tedeschi e francesi,con l'Ok dell'U.E.che vuole a tutti costi risanare le sue banche  e quelle rosse italiane,in difficoltà o perchè hanno sperperato alla grande. Purtroppoo il  Colle , stando molto in  alto  non "può"vedere,ne sentire (non parla più).La colpa non è sua, ma   l'altezza e le mura spesse  che non fanno entrare  quello che succede in piazza agli italiani, spellati ingiustamente dal fisco a suon di decreti legge dei  bocconiani e montiani,passati  alle Camere e contrafirmati   da lui,  il padre putativo del Prof.- 

Leggi tutto l'articolo