La bufala dei “cinesi” in attesa alla Basilica di Siponto e l’era della post verità

La bufala dei “cinesi” in attesa alla Basilica di Siponto e l’era della post verità StampaEmail  La prima bufala dell’anno riguarda la porta chiusa della Basilica di Siponto.
Se il 2016 è stato l’anno delle bufale giornalistiche, il 2017 – a Manfredonia – parte alla grande, sotto un segno positivo e prospero.
La bufala in questione, pubblicata nell’edizione odierna de “la Gazzetta di Capitanata” a firma di Michele Apollonio, titola “C’erano 20 cinesi in coda”, facendo riferimento ad una foto circolata su Facebook il 31 dicembre scorso, ritraente un gruppo turistico in attesa di entrare nel Parco Archeologico di Siponto.
Nell’articolo, maliziosamente imbastito di dati e analisi completamente estranei al tema approfondito, si accettano per veri i dati e le informazioni pubblicate da un singolo cittadino su un social network.
Di fatto, il giornalista prende per vero l’attesa di dieci minuti del gruppo di “cinesi” davanti all’ingresso della Basilica.
Nulla di più falso.
Il gruppo, come con...

Leggi tutto l'articolo