La conduttrice antivaccini muore a 26 anni di influenza suina e meningite

Non solo rifiutava di sottoporsi a vaccini, ma faceva anche propaganda attiva contro la loro somministrazione. Per l'ironia della sorte, una giovane giornalista e conduttrice televisiva è morta ad appena 26 anni dopo aver contratto l'influenza suina, aggravata da una forma di meningite.
Bre Payton era una ragazza brillante e molto conosciuta negli Stati Uniti: nata a San Diego, collaborava con il sito online The Federalist e, occasionalmente con Fox News. Vicina agli ambienti dell'alt-right, l'estrema destra a stelle e strisce, Bre era diventata una paladina dei 'No-Vax' d'Oltreoceano. In diversi editoriali, infatti, la ragazza spiegava che «i vaccini sono opera del diavolo» e che «bisogna combattere con tutti i mezzi le campagne di vaccinazione statali contro la pertosse».
Grazie al suo lavoro e alle sue opinioni, Bre Payton si era fatta apprezzare da una parte dell'opinione pubblica statunitense e la sua morte, avvenuta a poche ore dalla fine del 2018, ha sconvolto molti, anche per...

Leggi tutto l'articolo