La fiammella

Un urlo all'improvviso. Denso, carico di impazienza, autorevole.
Sono io che urlo al mio stomaco di piantarla di darmi noia.
È successo all'improvviso, andava tutto meravigliosamente bene (o almeno quella era l'impressione che avevo) e nell'arco di due minuti mi sono ritrovata piegata in due, aggrappata ad una staccionata, in preda al peggior attacco di acidità di stomaco che io abbia mai avuto. L'odio verso me stessa è salito a picco.
Ma il bello è che più ti arrabbi, più stai male, così non resta altra scelta che compatirsi un pochino e mettersi nell'ottica di trattarsi con un po' più di rispetto del solito.
Punto numero uno: dovrei rilassarmi di più. Facile dirlo a parole, ma nella realtà esistono un paio di impedimenti che mi impediscono di raggiungere l'obiettivo con facilità. Uno a caso? Il fatto che tra 17 giorni io abbia un esame e quasi mai tempo per studiarlo. Confido nelle vacanze di Pasqua, eppure le pagine di integrali che sto tentando di imparare e capire non prometton...

Leggi tutto l'articolo