La grazia

La graziaLa signorina Agnese s'è sposata;San Pasquale Baylonne,che protegge le donne,pe' nun sentilla più, l'ha contentata.Defatti, ha rimmediatoun marito modello:nun è brutto, né bello,ma gentile e garbato.Nun ve dico la gran riconoscenzache Agnese cià p'er Santo preferito!Spesso spesso, va in chiesa, cor marito;appena entrata fa la riverenzadavanti a San Pasquale,e se lo guarda a 'na maniera tale,come pe' ringraziallo, n'antra vorta,che sibbene sia brutta e mezza storta,'no straccio de marito, l'ha trovato.E accenne er ducentesimo luminope' grazia ricevuta.Lo sposo, guarda er Santo; scena muta.Ma doppo un po' se mette a borbottà:- Che bella fregatura che m'hai dato ...tanti ringraziamenti, San Pasquà!Mario Ugo GuattariDa: Strenna dei Romanisti 1956, pag.
216

Leggi tutto l'articolo