La macelleria sociale del ministro Gelmini!! sciopero !!

  Cancellati per il Prossimo Anno 57.000 posti di Docenti ed Ata I drastici tagli di posti di lavoro di docenti e ata previsti dalla L.
133 dell'agosto scorso e voluti da Tremonti per "fare cassa" ( 8 miliardi di euro) a spese della scuola pubblica, stanno diventando realtà.
La formazione degli organici per il prossimo anno scolastico che il Ministero sta completando in questi giorni, comporterà infatti, come confermato dalla stessa Gelmini, una riduzione di 57.000 posti per il prossimo anno, suddivisi in 45.000 docenti e 12.000 ata e , tra i vari ordini di scuole , in : 16.000 posti alle elementari , 22.000 alle medie, 19.000 alle superiori Questi tagli sono di gran lunga superiori a quelli previsti dalla stessa L.
133 e anche alle cifre contenute nel Piano Programmatico della Gelmini dello scorso settembre ( si parlava infatti di 44.000 tagli l'anno per i prossimi tre anni, per un totale di 132.000 tagli in tre anni) , a testimonianza che il governo è intenzionato a procedere ad una "macelleria" nella scuola pubblica di dimensioni ancora maggiori di quelle già disastrose annunciate.
Ciò comporterà la definitiva espulsione dei circa 200.000 precari che da anni ormai lavorano "con continuità" e la "precarizzazione" del personale a tempo indeterminato che sarà soggetto alla mobilità sia "territoriale" ( di scuola, distretto, provincia,…) che "didattica" ( spostamento su altri e vari insegnamenti, mansioni ).
I suddetti tagli, mentre per gli ata si otterranno attraverso la riduzione generalizzata del 17% degli attuali organici, per i docenti si realizzeranno con una serie articolata di provvedimenti: 1) IN TUTTI GLI ORDINI DI SCUOLE a) Riduzione dell'orario / tempo scuola, alle Elementari a 24-27-30 ore/settimana ( dalle attuali 30-32 ) ; alle Medie a 30 ore / settimana ( " " 32 ) ; alle Superiori ( dal 2010-11) a 30 i Licei ( da 30-32) , 32 Tecnici e Professionali (da 36 e 40); b) Aumento del numero di alunni/classe, sia nel numero minimo (+3 rispetto all'attuale ) , sia nel numero massimo (+2) ; c) Riduzione del "sostegno" ( innalzando il "livello" di handicap per averne diritto); 2) ALLE ELEMENTARI ( in tutte le classi, dalle prime alle quinte) a) La fine del "modulo" ( 3 insegnanti su 2 classi) sostituito dall' insegnante "unico" per classe; b) La fine delle "compresenze", anche nel Tempo Pieno (tutto l'orario di insegnamento utilizzato per "formare cattedra") ; c) La soppressione dell'insegnante specialista di Inglese, con l'insegnamento della lingua affidato all'insegnante della classe "opportunamente [...]

Leggi tutto l'articolo