La mia felice esperienza di mettere in pratica la verità

La mia felice esperienza di mettere in pratica la verità

Nell’autunno del 2014 fui costretta a lasciare la mia casa per sfuggire alla feroce persecuzione dei cristiani da parte del Partito Comunista Cinese. Mio zio mi raccomandò per un lavoro temporaneo in un ristorante, come receptionist. Pensavo che come cristiana avrei dovuto lavorare sodo a prescindere dal tempo che sarei rimasta, in modo da essere all’altezza della mia coscienza e di non infangare il nome di Dio. Quindi lavorai diligentemente nel ristorante come se lavorassi a casa mia. Il capo pensava che fossi affidabile, e mi trattò bene.
Tuttavia, c’era una zia che lavorava nella cucina che spesso trovava difetti nel mio lavoro, più che altro sciocchezze. Mi diede un sacco di problemi. All’inizio cercai di essere paziente con lei. Questo perché secondo le parole di Dio sapevo che siamo profondamente corrotti da Satana, e inoltre era difficile evitare le lotte intestine quando interagivamo. Lei non credeva in Dio, quindi le...

Leggi tutto l'articolo