La mossa di Renzi che fa imbestialire il segretario del pd e stare sul chi va la quasi tutti i partiti italiani.

La mossa geniale di Renzi, che comunque rientra pienanente nel suo modo di porsi lineare (metologia praticamente misconosciuta in politica e anche per questo mal sopportata, al pari di chi ne detiene il marchio di fabbrica) ha costretto tutti ad inseguirlo: Salvini a ipotizzare una ritirata che ne definisce la pochezza, Zingaretti a prendere una linea (già questa è una notizia) quasi renziana (al Nazzareno sono stati versati per questo litri di Maalox), Calenda a cercarsi lo spazio che nessuno nel Pd vuol dargli, Berlusconi a pietire un’ allenza con Salvini, Toti a sentirsi inutile, Di Maio a sperare di non essere finito, Di Battista a mettersi contro Salvini, Conte a tirare fuori le palle (altra notiziona!), la Meloni a confermarsi un soprammobile.
E buon ultimo Prodi, che ha rispolverato la sua celeberrima tenda.
Inoltre Renzi ha offero a Mattarella la possibilità di gestire in scioltezza la (ormai eventuale) crisi “del mojto”.
Infine Renzi ha chiamato a raccolta le sue truppe e si...

Leggi tutto l'articolo