La nona porta, recensione di Biagio Giordano

LA NONA PORTA (1999) (THE NINTH GATE) Roman Polanski thriller, h 2.07 con Johnny Depp, Frank Langella, Lena Olin, Emmanuelle Seigner, James Russo   Il film: il desiderio di essere simili a Dio può realizzarsi attraverso la investitura data dal principe dei Demoni (una volta il più bello degli angeli) se si risolve un enigma formulabile attraverso la lettura di tre libri satanici complementari.
Grande suggestione e ritmo, tipici di Polanski, ossessionato dal satanismo (vedi moglie incinta uccisa da una setta demonistica a suo tempo).
Il film del 1999, con il suo pathos religioso isterico potenziato dal fanatismo negativista delle sette demonistiche, preannuncia inconsapevolmente, sulla scia del crollo delle grandi ideologie umanistiche, le molteplici catastrofi fondamentaliste dell'estremismo islamico che inizieranno potentemente nel 2001 con l'abbattimento a New York delle due torri gemelle per poi estendersi in modo esponenziale in gran parte del mondo.
Dire che come fotografia è un capolavoro è dir poco, bisognerebbe elencare tute le sequenze oggi impossibili da realizzare così bene e mostrare i metodi naturali e artigianali usati da Polanski, ciò porterebbe a capire la bravura mostruosa dello staff tecnico del film coordinato e diretto dal grande regista polacco-ebreo.
 

Leggi tutto l'articolo