La notte de Pasqua Bbefania

La notte de Pasqua Bbefania "Mamma! mamma!" "Dormite." "Io non ho sonno" "fate dormì cchi ll'ha, ssor demonietto" "Mamma, me vojj'arzà" "Ggiù, stamo a lletto" "Nun ce posso stà ppiù; cqui mme sprofonno" "Io nun ve vesto" "E io chiamo Nonno" "Ma nun è ggiorno" " E cche mm'avevio detto che cciamancava poco? Ebbè? vv'aspetto?" "Auffa li meloni e nnu li vonno" "Mamma, guardat'un po' ssi cce se vede?" "Ma tte dico cch'è nnotte" "Ajo" "Chi è stato?" "O ddio mio! m'ha ppijjato un granchio a un piede" "Via state zitto, mò attizzo er lumino" "Si, eppoi vedete un po' cche mm'ha pportato la bbefana a la cappa der cammino" Giuseppe Gioachino Belli

Leggi tutto l'articolo