La parola giusta, una scacchiera, un chicco di riso...

  Qui da noi, in Piemonte, quando capita qualcosa di imprevisto,inimmaginabile, usiamo spesso il modo di dire dialettale" che cumbinatsiun".
Che combinazione di fatti, di parole, di cose, di pensieri, di persone ha generato questa cosa- In fondo la vita stessa è una combinazione, il mondo, che ci circonda è una combinazione diversa di pochi, o tanti elementi, che si sono  combinati per quello.
Tutto parte da un qualcosa di piccolo, che tuttavia  può diventare qualcosa di immenso.
Nel XIII secolo uno studioso spagnolo , di nome Llull, dop un periodo di romitaggio, elaborò un sistema di calcolo combinatorio, al quale , nei secoli, hanno attinto i più grandi studiosi, da Giordano Bruno a Montaigne, e passando per Leibnitz, il quale pare abbia elaborato una specie di macchina di calcolo combiatorio, che potremmo vedere come l'antesignano dei moderni computer.
Pare che il tutto abbia origine da un' antichissima  leggenda , che si trova in un testo  di Ferdowsi, il massimo poeta persiano...

Leggi tutto l'articolo