La pasta frolla

In rete ho trovato molte ricette sulla pasta frolla, pressoché identiche.
Ragionando sulla funzione di ogni ingrediente, però, potremo renderci subito conto che la maggior parte di queste non funziona: troppo burro, o troppo albume, sono gli errori più frequenti.
Se siete disperate perché la vostra frolla si sbriciola e non riuscite a stenderla, o viene troppo soda, provate la mia ricetta, testata personalmente, di sicura riuscita.
  Dosi per foderare uno stampo per crostate di 24 cm di diametro.
Farina 300 g; Zucchero semolato 150g; Uova 1 intero + 1 tuorlo; Burro morbido 120g; 1 scorza di limone grattuggiato o 1 bustina di vanillina; 1 pizzico di sale.
Preparazione: Lasciate che il burro si ammorbidisca a temperatura ambiente senza cercare di accelerarne i tempi; quando sarà morbido, ma non sciolto, lavoratelo in una terrina con lo zucchero, usando un cucchiaio di legno.
Amalgamate bene.
Aggiungete, ora, prima l'uovo intero, amalgamate e aggiungete il tuorlo.
A questo punto aggiungete, un po' alla volta, la farina e, alla fine, secondo l'uso che ne volete fare, la scorza di limone o la busta di vanillina.
Trasferite quindi l'impasto su una spianatoia infarinata e impastate energicamente per qualche minuto.
Non dovrete lavorare l'impasto a lungo perché non deve acquisire elasticità.
Appena avrete un impasto liscio e omogeneo, ricopritelo di pellicola trasparente e mettete in frigorifero a riposare.
Alcune ricette sostengono che sia sufficiente un riposo di mezz'ora; io consiglio sempre un riposo di almeno 2 ore.
La cosa migliore sarebbe preparare l'impasto alla sera, lasciarlo riposare nel frigorifero l'intera notte, e stenderlo per le vostre ricette al mattino.
Considerate che si tratta di un tipo di impasto che più a lungo riposa, più ne beneficerà il sapore finale.
  Al momento di stenderlo, io lo lascio fuori dal frigo per una mezz'ora, prima di lavorarlo per poco tempo, per ammorbidirlo.
Appoggiatelo su un foglio di carta da forno, schiacciatelo leggermente e poi ricopritelo con un secondo foglio di carta da forno, per evitare che si appiccichi al piano di lavoro e al mattarello, e stendetelo con un mattarello di legno.
       

Leggi tutto l'articolo