La politica estera del M5S è identica a quella di Marine Le Pen,Nessuna copiatura ma è la condivisione dello stesso orizzonte politico-culturale

Da oggi conosciamo il programma di politica estera del Movimento Cinque Stelle. Lo hanno votato 23.481 iscritti al Movimento (su un platea di 135.023 iscritti certificati, e dunque con un’affluenza al voto del 17,4% degli aventi diritto: sarà utile tenere a mente questo dato la prossima volta che la partecipazione degli iscritti del Partito Democratico alle votazioni dei candidati alla segreteria – 59,29% – sarà ridicolizzata da un qualunque esponente grillino).
E allora vediamolo nel merito, il programma di politica estera del Movimento Cinque Stelle. E proviamo a incrociarlo con il programma di Marine Le Pen. Punto per punto, parola per parola. E scopriamo quella che appare una sovrapposizione puntuale e precisa tra le parole d’ordine M5S e quelle della candidata del Fronte Nazionale alla presidenza francese. 
La prima tesi del programma internazionale pentastellato (“Contrasto ai trattati internazionali come TTIP e CETA”) corrisponde ad esempio al punto 127 degli “Engagements Prés...

Leggi tutto l'articolo