La resistenza elettrica

 
 
Qualsiasi conduttore presenta una certa opposizione al passaggio della corrente. Questo fatto dipende dal numero di elettroni che, in ciascun materiale, possono liberarsi e circolare attraverso il materiale stesso, e dal fatto che i restanti elettroni non liberi sono in uno stato di costante agitazione termica, dovuto all’energia che ricevono dall’ambiente sotto forma di calore. Questo fenomeno si attenua quando la temperatura si abbassa e scompare quando si raggiungono temperature prossime allo zero assoluto, che corrisponde a - 273,160 °C.
A temperature così basse si ottengono resistenze minime e alcuni materiali passano allo stato di superconduttori, ovvero,la resistenza sarà nulla.
Si noti anche un fenomeno opposto: aumentando la temperatura di un conduttore, aumenta anche la sua resistenza, eccezion fatta per alcuni casi particolari. Questo fenomeno, comunque, non riveste una grande importanza considerate le variazioni di temperatura minime cui è sottoposto un circuito elettro...

Leggi tutto l'articolo