La seconda volta di Danilo

Erano passati oramai 3 mesi dall'ultimo incontro con un uomo.
Paolo si era rivelato alla fine inconcludente o almeno non adatto a soddisfare i miei desideri.
Come al solito tra facebook, me2 e messanger ero alla ricerca di qualche persona interessante da conoscere, ma non trovavo davvero nessuno che mi intrigasse a tal punto da conscerlo.
Aprendo la posta elettronica (in cerca di un messaggio da parte di Paolo - lo ammetto ancora oggi spero che mi chiami e mi dica che si è fatto le analisi e che vuole scoparmi) trovo invece un messaggio di Danilo.
Un ragazzo (28 anni) con cui avevo avuto un incontro un paio di anni fa.
Mi dice che e' a Roma e che se sono libero passa da me.
Fortunatamente avevo casa libera e lo invito a venire.
In questi due anni mi sembra migliorato.
Questa volta e' senza occhiali, con un barba non lunghissima, un viso carino, magro.
Abbiamo poco tempo per cui lo invito a mettersi comodo, la aiuto a spogliarsi e rimasto in mutande gli inzio ad accarezzare il pisello, che prontamente fa capolino da sotto gli slip.
Mi spoglio anche io e iniziamo a massaggiarci, accarezzarcie  baciarci i corpi vIcendevolmente.
c Questa volta sono preparato, ho i preservativi, io lo metto a lui e lui lo mette  a me.
COl preservativo, smetto di segarlo e lo prendo in bocca.
Il suo pisello, per quanto abbastanza lungo, è molto sottile, per cui e' davvero facile succhiarlo e spigerlo in gola fino in fondo.
Lui apprezza quello che gli faccio e mi dice che sono davvero bravo a succiare.
MI piaceva sentirlo gemere mentre lo infilava tutto dentro di me, e sentivo come pulsava sotto i colpi della mia lingua e delle mie labbra.
Ad n ceto punto inizia a baciarmi i capezzoli, poi la pancia e poi piu' giu'.
E' il suo turno di prenderlo in bocca, e comincia a succhiarmelo.
Questa volta non si ammoscia nella sua bocca, anzi diventa più duro.
Io gli riprendo il suo e iniziami un fantastico 69.
La cosa mi eccita moltissimo (nonostante preferisco essere solo passivo) e lo succhio con tanto impeto che lui mi chiede di fermarmi (altrimenti sarebbe venuto).
Così continua da solo a succhiarlo e a segarmi, finchè non vengo io.
A quel punto lo riprendo in bocca e completo il mio lavoro.
Lo succhi prima alla punta segandolo in contemporanea con la mano, poi lo infilo in gola tutta e lo tengo cosi' facendo piccoli movimenti in modo che strofini sulla mia gola e fingo di deglutirlo in modo che la base della lingua lo massaggi.
Lui gode, urla dal piacere e viene riempendo il preservativo fino a metà.
Ci sdraiamo accanto per qualche minuto, senza [...]

Leggi tutto l'articolo