La sfida del PD è un'Europa più giusta e attenta agli interessi dei popoli

Il Partito Democratico è la sola formazione politica che nella scelta dei leader, oltre agli iscritti, interpella anche i simpatizzanti.
Io sono uno di quelli, non mi sono mai iscritto al Partito Democratico non sono mai entrato in uno dei suoi circoli per discutere di politica, ma non ho mai mancato un appuntamento ai gazebo.
Già l’andare al gazebo è gratificante, perché ti metti in fila con tante persone che non conosci e anche tante che conosci ma di cui ignoravi il loro orientamento politico.
Insomma, già il gazebo, in un’epoca in cui non si discute più, è una occasione di incontri e di scambio di idee, insomma un piccolo ma raro e prezioso momento di partecipazione.
Ricordo di aver votato, alle mie prime primarie, quelle dell’Ulivo, per Romano Prodi e fu un vero plebiscito.
Poi votai per Veltroni, l’iniziatore dell’avventura del Partito Democratico, quindi per Bersani e poi, dopo il fallimento della sua politica in una campagna elettorale sbagliata in cui si parlava di “giaguari d...

Leggi tutto l'articolo