La storia dei sei missionari a Kabul

Giovedi 17 settembre 2009 Giorni di dolori,quello che stiamo passando in questo momento.
Momenti di riflessioni,momenti di rabbia,questo blog e dedicato hai nostri eroi,caduti in missone:Kabul,e Nassiriya.
ma ke mondo è questo?? Sapere ke c'è tanta di quella gente infame nel mondo ke ci prende quasi gusto ad ammazzare persone innocenti, come i 6 soldati italiani morti per la nostra patria, per cercare di portare un pò di pace e di serenità in questo mondo ke piano sta andando allo sfascio, mi rende veramente triste..
Mi viene da piangere a pensare a quei soldati morti, che a casa hanno lasciato, un intera famiglia nello sconforto, mogli e figli che ora dovranno andare avanti facendosi tantissima forza.
Non è giusto ke a pagare sono sempre le persone più buone, le persone ke ogni giorno rischiano la loro vita, per rendere questo mondo migliore   Io direi ke il nostro ringraziamento dovrebbe andare tutto ai soldati italiani,ogni giorno bisognerebbe ringraziarli per quello che stanno facendo...In questo momento è difficile trovare le parole per questa ennesima triste vicenda che ha visto coinvolti tanti soldati italiani, ben 6 dei nostri e molti civili innocenti sono morti con loro, già troppi soldati sono caduti per mano di vigliacchi, non siamo andati laggiù per fare una guerra ma per risollevare una nazione, dare un futuro e dignità ai suoi abitanti.
Il nostro modo di operare da soldati ma prima di tutto da italiani ci ha fatti molto apprezzare dalle popolazioni perché siamo fra la gente, ascoltiamo e con le poche risorse disponibili riusciamo ad essere attivamente d’aiuto ripristinando strade, ponti acquedotti, costruendo scuole, dando attrezzature e portando la nostra Umanità.
 Almeno 6 militari italiani sono morti e altri quattro sono rimasti feriti in modo grave in Afghanistan in seguito ad un attentato kamikaze che ha colpito un convoglio della Nato sulla strada che porta dal centro cittadino all'aeroporto di Kabul.
Sia i morti che i feriti (quest'ultimi non sarebbero in pericolo di vita) sono tutti del 186esimo Reggimento Paracadutisti Folgore.
Nello scoppio sono rimasti coinvolti due blindati italiani di scorta al convoglio.
Lo confermano fonti del ministero della Difesa e dello Stato maggiore della Difesa.
«Gli effetti sono stati devastanti, dunque è da escludere un attacco con esplosivo piazzato sulla strada», ha sottolineato una fonte militare, confermando che «le sei vittime sono tutte italiane».
Oltre ai nostri 6 militari morti ci sarebbero, tra i civili, anche due vittime afghane, forse i [...]

Leggi tutto l'articolo