La torre di Pisa: e se avesse ragione lei?

>” ..................e mentre Carla si voltava a vedere se ce l’avevano con lei, si accorse che la pazza che aveva gridato quelle parole le puntava un dito contro.
E si ce l’aveva proprio con lei………Carla non disse nulla ma rimase a guardarla.
Aveva i capelli grigi e sporchi……una gonna sudicia e una maglia di lana verde, anche questa non proprio pulita, i denti neri e una borsa vecchia appoggiata sulle gambe.
Ok, era pazza……nulla di cui preoccuparsi! Come se nulla fosse successo, il cell di Carla si illuminò e lei rispose……..poi diede un’occhiata alle brochoures che aveva in mano….poi…..quella voce si fece sentire di nuovo >.
I suoi occhi ora la guardavano insistentemente, e solo dopo qualche minuto si volto e continuò ad osservare il mondo fuori dal finestrino.
Forse alcune cose accadono per qualche motivo strano e un giorno forse saremo giudicati anche per questi insignificanti e semplici momenti! E un pensiero le balenò nella testa! Non aveva mai pensato a questa cosa, né era la prima volta che qualche “fuori di testa” le aveva gridato qualcosa contro…..ma quella sera iniziò a pensarci! Perché in fondo lei non era poi così “santa”….sì, sicuramente quella che tutti definirebbero una brava ragazza, ma di pensieri cattivi ne aveva da vendere……non passava mezzo secondo che non aveva da ridire su qualcuno o qualcosa! E forse pensò che quella folle le stava guardando lo spirito e magari stava anche leggendo i suoi pensieri! E si ritrovò a pensare che in fondo aveva anche ragione ad avercela con lei! Perché tutti per qualche strano motivo siamo convinti che la torre di Pisa sia storta……ma se non fosse così? Se un giorno uno scienziato riuscisse a dimostrare che in fondo abbiamo torto noi?   Allora i poveri sarebbero i ricchi, i malati sarebbero sani e i pazzi direbbero cose sensate!

Leggi tutto l'articolo