La tregua, recensione di Biagio Giordano

La tregua, regia di Francesco Rosi. Un film con Claudio Bisio, John Turturro, Massimo Ghini, Rade Serbedzija Teco Celio, Roberto Citran. Genere drammatico, produzione Italia, Francia, Germania, Svizzera, anno 1997, durata 126 minuti.
Dal libro (1963) di Primo Levi, sceneggiato da F. Rosi, S. Rulli, S. Petraglia e Tonino Guerra.
Il 27-1-1945 i soldati russi arrivano a Buna-Monowitz (Polonia), una delle 39 sezioni del lager di Auschwitz (Oswiecim). Alla fine di febbraio il chimico ebreo torinese Primo Levi (Turturro) comincia insieme a un gruppo di italiani, anch'essi scampati al forno crematorio, il lungo viaggio di ritorno a casa, che durerà quasi otto mesi: tra destinazioni fuorvianti, o equivocate, treni fantasmi attesi da giorni su binari abbandonati da chissà quanto tempo, fame, forme di odio come residuati di guerra, soste ispettive, lunghe avventure a piedi verso luoghi ipotizzati come esistenti solo dal sentito dire.
E dopo un viaggio in treno di 35 giorni il 19-10-1945 Primo Le...

Leggi tutto l'articolo