La vera storia di Babbo Natale

E' luogo comune pensare che la figura di Babbo Natale sia di origine essenzialmente laica.
Non è così, o, perlomeno, è così soltanto in parte.
Le vere origini di Babbo Natale sono in realtà cristiane.
Il suo culto sembra derivare infatti da quello di San Nicola, vissuto tra l'anno 270 circa e il 343, vescovo di Myra, antica città dell'odierna Turchia.
Venerato dalla Chiesa cristiana, San Nicola è ritenuto un Santo benefattore e protettore, specialmente dei bambini.
In varie località italiane ed europee la tradizione prevede che durante il periodo pre-natalizio i bambini gli scrivano una letterina comunicando i loro buoni propositi, che una volta letta verrà sostituita dal Santo con pane benedetto, dolciumi e doni per i bambini benemeriti, oppure da carbone.
Sono molte le varianti della leggenda legata a San Nicola, e il percorso che ha portato la figura di questo Santo a trasformarsi in quella di Babbo Natale si è definito nell’arco di quindici secoli.
Un esempio in questo senso è costituito dalla festa olandese di Sinterklaas (il compleanno del Santo).
Secondo molti linguisti è stata infatti la denominazione Sinterklaas, insieme al nome anglosassone Saint Nicholas, a dare poi origine al nome e al mito di Santa Claus, nelle sue diverse varianti.
Con l’arrivo in America dei primi coloni europei la figura del Santo subì una metamorfosi alla cui diffusione contribuirono in modo rilevante diversi scrittori e illustratori americani.
A partire dalla seconda metà del 1800 l’originario San Nicola cominciò a somigliare sempre più al Santa Claus moderno.
Vennero creati da questo momento sempre maggiori dettagli del personaggio, come la casa al Polo Nord, la slitta trainata dalle renne, gli elfi aiutanti, certamente ispirati dal poema “A Visit from Saint Nicholas” (Una visita di San Nicola) scritto agli inizio del 1800 dal newyorkese Clement Clarke Moore.
A mio giudizio l'errore è stato, se vogliamo, proprio di noi italiani, nel trasformare in tempi più moderni il nome di Santa Claus in “Babbo Natale”, in un goffo tentativo di traduzione: avremmo potuto continuare a mantenere una qualche affinità con il nome originario del Santo, ma così non è stato, perdendo così di vista le origini.
Ed è così che oggi Babbo Natale si contende con Gesù Bambino il compito di portare a Natale i doni ai bimbi di tutto il mondo.
In ogni caso l'importante è essere buoni: è solo così che il Bambinello oppure il Santo esaudiranno i desideri dei nostri piccoli.
Ed è con questa storia natalizia che l'Associazione [...]

Leggi tutto l'articolo