Lady Bmw/ Parlano le altre ricche donne incastrate dal gigolò Sgarbi: "Affascinante come James Bond. Era gettonatissimo"

    Si pensava fosse finita questa storia di filmini tra il porno e l'osé, posture quasi inadatte a una Signora del suo potere.
E invece non è così.
La solitaria, affascinante e ricchissima lady Bmw Susanne Klatten ha forse trovato pace tra le mura della famiglia.
La rete la vede ormai un po' come eroina.
Ma fuori dal suo lussuoso appartamento, c'è una bufera per il caso scandalo.
Ci sono le testimonianze di altre donne sedotte dal gigolò Sgarbi.
Che hanno deciso di parlare e raccontare.
Ma andiamo con ordine.
La storia è quella di una donna, tra le tre più ricche del mondo, che cade nella trappola di un gigolò che la ricatta, ma che poi dice tutto al marito e lui la perdona.
La brutta storia con lieto fine, insomma.
Ma ora ci sono le carte e nuovi personaggi che entrano della storia dell'ereditiera della famiglia Quandt (che controlla la Bmw) coinvolta in una vicenda di sesso e di ricatti con un uomo senza scrupoli.
Che tradotto vuol dire le confessioni di una donna alle prese con un uomo, Helg Sgarbi (43 anni), bello, affascinante, sensibile.
Irresistibile.
La bionda Susanne, 46 anni, ha fatto sapere che "il divorzio non è in discussione".
Suo marito, al quale ha raccontato tutto dopo il ricatto l'ha perdonata.
"In questa situazione difficile, la famiglia è al suo fianco e le dà una grande forza".
Ma non solo.
Un suo amico fa anche sapere che tutta la famiglia è vicino alla donna in questo difficile momento.  Tutti pronti a dare una versione dei fatti che tenda a proteggere la loro familiare.
Insomma l'inizio di una controffensiva mediatica per cercare di tenere sotto controllo una situazione potenzialmente devastante.  Ma come è possibile che Susanne Hanna Ursula Quandt, figlia di Herbert e di Johanna, laureata in marketing e management all'università di Buckingham, specializzatasi con un master in pubblicità a Losanna, dopo esperienze a Londra con la Dresdner Bank, poi con la McKinsey e la banca Reuschel & Co a Monaco, possa essere caduta nella trappola di un amante e dei suoi compari, per una storia di sesso e videotape? La risposta, in parte, è nei verbali e nelle confessioni della donna.
O meglio, la risposta è nei piccanti i particolari evidenziati nel rapporto che l'Anticrimine di Monaco di Baviera ha inviato alla Procura di Pescara.
Susanne Klatten I VERBALI E LE CONFESSIONI DI SUSANNE I verbali sono stati depositati nell'inchiesta che a giugno ha portato la procura di Pescara a chiedere l'arresto di cinque persone.
"Sgarbi era affascinate, occhi blu, alto e snello e io lo volevo aiutare [...]

Leggi tutto l'articolo