Lamberto Sposini, la famiglia accusa: «Dalla Rai tutto tace». Quel commovente retroscena dalla D'Urso

A quasi otto anni dal malore che cambiò la vita di Lamberto Sposini, la famiglia lancia velate accuse alla Rai. In quel drammatico 29 aprile del 2011, un ictus e un'emorragia cerebrale colpirono il giornalista, allora conduttore su Raiuno de La Vita in Diretta: da allora, dopo il parziale recupero e le difficoltà fisiche e di autosufficienza, è iniziata una battaglia legale tra Sposini e la sua famiglia da un lato e la Rai dall'altro.
I familiari vogliono infatti accertare i ritardi e le negligenze dell'azienda nell'attivare i soccorsi dopo il malore di Lamberto: secondo il suo avvocato, Bruno Tassone, passarono 50 minuti prima che arrivasse l'ambulanza, mentre in una situazione come quella i soccorsi dovevano arrivare in pochi minuti. Oggi la sua ex compagna, Sabina Donadio, in un’intervista al Corriere della Sera ha raccontato la tragedia di Sposini, un uomo e un giornalista che «fino a quel momento faceva della parola la sua esistenza, e si è ritrovato a non poterla usare più».
DA...

Leggi tutto l'articolo